…ma anche quello che respiri e quello che bevi. E, anche se appare incredibile, subisci l’influenza di quello che ti circonda molto di più di quello che immagini.

L’inquinamento atmosferico, le polveri sottili, il fumo passivo, i fumi di combustione di sostanze diverse dal legno.

L’uso eccessivo di zuccheri semplici nelle bevande, nei dolci, negli snacks. O di cibi troppo grassi.

Troppo caffè, troppo alcol, sostanze eccitanti di varia natura.

E l’elenco potrebbe continuare.

Lo sappiamo tutti che ci fanno male, perché provocano a lungo andare e in dosi eccessive, disturbi del metabolismo, malattie degenerative e tumori. Sono agenti “tossici” che hanno un’azione profonda e determinante, perché agiscono direttamente sul meccanismo di regolazione genetica delle nostre cellule e ne modificano la risposta di adattamento.

Quello che non sapevamo, almeno fino a qualche anno fa, era che queste alterazioni della regolazione genetica sono così tenaci da rimanere impresse nel nostro DNA ed essere potenzialmente trasmissibili ai nostri figli. Che si ritrovano ad avere un rischio maggiore di sviluppare disturbi del metabolismo, malattie degenerative e tumori anche senza essere stati esposti direttamente agli stessi agenti tossici.

Questo insieme di alterazioni che agiscono sul DNA costituiscono l”epigenoma” che è un sistema di regolazione che si genera in risposta all’ambiente in cui vive ciascuno di noi.

Ma se questi agenti tossici sono in grado di agire sul DNA delle cellule degli adulti, cosa possono fare su quello di un essere in fase di formazione come un embrione? Possono fare molto di più e molto più profondamente, perché riescono ad alterare i normali meccanismi di crescita in modo permanente. Ma non basta. Anche la condizione di stress materno,  la qualità delle cure materne e delle relazioni affettive che coinvolgono  il bambino di pochi mesi hanno lo stesso peso “epigenetico” sul suo sviluppo neurologico ed emotivo. Lasciano un’impronta difficile da modificare nell’adulto di domani.

Una responsabilità enorme, è vero. Ma anche una grande opportunità di migliorare la salute e la qualità della vita futura dei nostri figli prendendoci cura del nostro stile di vita e dell’ambiente in cui li chiamiamo a vivere.

Epigenome. The first 1000 days of life

Grazie a Fabiola, Joan, Andrei

huellasanimationstudios@gmail.com

Leave a Reply